La Spesa in campagna Salerno è un progetto sviluppato da Cia Salerno - Confederazione Italiana Agricoltori, in collaborazione con la Camera di Commercio di Salerno

Amaltea

Amaltea


Filomena Merola

Photogallery:

Recapiti:

Referente: Filomena Merola
Via G. Bovio
MONTANO ANTILIA
Telefono: 3207046546
Sito web: http://
Email: fm.amaltea@yahoo.it
Coordinate della azienda:
Mappa  Indicazioni stradali
(RICHIEDE GPS ATTIVO)


Prodotti dell'azienda

Presentazione

Dal forte credo nella ricchezza di antichi mestieri unitamente alla voglia di inventarsi, nasce l’azienda agricola  “Amaltea”.  che, ubicata nel cuore del Parco Nazionale del Cilento ,  si estende per circa trenta ettari di terreno, fertile pascolo per i suoi animali. .
L’azienda scegliendo di concentrarsi sull’esclusivo allevamento di caprini, si prende cura dei suoi animali sin dalla nascita. La ricerca di un antico mestiere supportata dalle moderne tecnologie presenti dalla sala mungitura al laboratorio di trasformazione sfocia nella produzione di formaggi realizzati esclusivamente con latte di capra, gustosi. sicuri, altamente digeribili.
Capofila della sua produzione è il cacioricotta di capra, ( per il quale l’azienda si pregia di far parte di un presidio Slow Food) formaggio che, affondando le sue radici  nelle zone più interne della Basilicata e della Campania, (dove la capra era considerata la “vacca dei poveri”) rappresenta la testimonianza delle più antiche tradizioni pastorali dell’intero meridione.  
Prodotto esclusivamente con latte di capra, con il solo ausilio di caglio e sale, deve il suo nome alla sua particolare tecnica di produzione che, in parte presamica(tipica del formaggio o cacio ) ed in parte termica (tipica della ricotta), consente il recupero di tutte le proteine comprese quelle del siero (normalmente recuperate nella ricotta)
Nel rispetto della caratteristica tecnica di produzione, che lo rende un prodotto unico del suo genere, l’azienda Amaltea ne presenta diverse tipologie pronte a soddisfare le esigenze ed il gusto dei consumatori.
       
“Amaltea”: un salto nella mitologia



La capra ha sempre rappresentato un ruolo centrale nell’immaginario collettivo di tutti i popoli dell’antichità, essendo sacra presso molti di essi, ha sempre rappresentato simbolo di abbondanza e fertilità.

Leggende, tradizioni e miti sulla capra riportano sempre alla figura di Zeus.                           La leggenda racconta che Crono, padre di Zeus, nel timore di essere detronizzato, aveva voluto che tutti i suoi figli nati da lui e da sua moglie Rea avessero a morire. A questo scopo egli stesso ingoiava le sue creature. Ne aveva ingoiate già cinque quando Rea ingravidò per la sesta volta. Giunto il momento del parto, Rea compì la sua scelta e il suo inganno dando ad ingoiare a Crono, invece che il bambino, una pietra abilmente avvolta in panni. Il bambino fu condotto sul monte Ida sull’isola di Creta e affidato alle cure di tre ninfe: Melissa, Adrastea e Amaltea.

Quest’ultima, capra bellissima agile e scattante, dotata del dono dell’eterna giovinezza, si occupò di Zeus con amore e dedizione, il suo latte era il latte della vita possedendo qualità straordinarie e fu proprio in virtù di quel latte che quel bimbo divenne un giorno il dio di tutti gli dei, il grande Zeus.

Ma c’è di più, si racconta che in uno dei suoi salti più felici, amaltea sbattè contro un grande albero spezzando uno dei suoi corni, lo raccolse, lo rovesciò e lo riempì di fiori e di frutta donandolo a Zeus che a sua volta ne fece dono alle figlie di Melisseo, con la promessa che avrebbe soddisfatto ogni loro desiderio.Fu la cornucopia che ancora oggi è simbolo di abbondanza ricchezza e fortuna per i mortali.

Zeus che da Amaltea allattò e che l’amò dal suo primo vagito di un amore senza pari, la pose nell’universo dei cieli. Chiunque alzando gli occhi può vederla risplendere ogni sera nella costellazione del capricorno.



Dalla mitologia alla scienza moderna: le proprietà del latte di capra.


Numerosi studi clinici e sperimentali sulle proprietà nutrizionali del latte di capra, hanno rilevato che lo stesso
• Risulta naturalmente ricco di vitamina A (il 47% in più rispetto al latte vaccino); selenio (il 27% in più rispetto al latte vaccino); aminoacido taurina, elementi tutti che svolgendo un’azione positiva per l’accrescimento e lo sviluppo hanno un ruolo fisiologico importante in particolare per bambini e sportivi.
• Vanta una maggior presenza , rispetto al latte vaccino, di calcio (il 13%in più), potassio (134% in più) vitamina B6 (25% in più).
• Grazie alla particolare composizione della frazione proteica, il latte di capra risulta un valido sostituto di quello di vacca nell’alimentazione dei soggetti affetti da intolleranza alle proteine del latte vaccino (IPVL).
• Ha effetti positivi sull’apparato cardiovascolare grazie alla presenza di acidi caproico, caprilico e caprico .
• Risulta più digeribile del latte vaccino per via della ridotta dimensione dei globuli di grasso,ed è inoltre caratterizzato da acidi grassi a catena corta, indispensabili per una corretta formazione delle fibre nervose e della struttura delle membrane cellulari.





Prodotti

 I nostri prodotti: il mondo del cacioricotta

Affondando le sue origini nelle zone più interne della Puglia, Basilicata e Campania, dove la capra era considerata la “vacca dei poveri”, il cacio ricotta rappresenta la testimonianza delle più antiche tradizioni pastorali dell’intero meridione. Prodotto esclusivamente con latte di capra, con il solo ausilio di caglio e sale, deve il suo nome al fatto che è un insieme di formaggio e ricotta. La sua tecnologia di produzione, in parte presamica (caratteristica del formaggio o cacio) ed in parte termica (caratteristica della ricotta), consente di recuperare tutte le proteine comprese quelle del siero che, normalmente, sono recuperate, appunto nella ricotta.
Nel rispetto della caratteristica tecnologia di produzione che lo rende un prodotto unico del suo genere, l’azienda Amaltea ne presenta tipologie diverse pronte a soddisfare le esigenze e il gusto dei consumatori.
FRESCO: la colorazione bianco- avorio, la pasta morbida e compatta lo rendono ottimo nella combinazione di insalate ed antipasti. L’aggiunta di ingredienti selezionati come olive, noci e rucola ne fanno una variante originale per un formaggio gustoso dal sapore  delicato pronto a soddisfare ogni palato ed imbandire le vostre tavole con fantasia e creatività.
SCAMOSCIATO: La breve stagionatura a bassa temperatura  (dai 10 ai 15 gg), conferiscono a questo formaggio un gusto particolarmente delicato con una consistenza morbida della pasta. Ottimo formaggio da tavola da guastare solo e, per i palati più fini, in abbinamento  con miele o ,in originale alternativa ,con mosto di vino.
STAGIONATO: Il periodo di stagionatura , pari o superiore a 60 g, dona a questo formaggio una crosta naturale, dura , pulita dal colore giallo paglierino e una pasta di struttura consistente e di gusto robusto ( a volte con occhiatura piccola-media ben diffusa). Adatto agli amanti dei sapori più decisi, si presta bene all’abbinamento a primi piatti tipici come fusilli o cavatelli cilentani  ma se ne registra largo uso anche nella preparazione dei ripieni.
AROMATIZZATI: Partendo dal formaggio giovane attraverso un’accurata lavorazione l’azienda Amaltea sviluppa varietà aromatizzate. Dal cacio ricotta al peperoncino rosso, a quello stagionato nel vino o avvolto in foglie di mirto, si tratta di semi-stagionati dal sapore unico e inconfondibile dedicati ai palati più raffinati e curiosi ai quali piace variare la propria tavola ogni giorno
Camera di Commercio di Salerno CIA Salerno
Sviluppato da Pigrecolab Web Agency